Huarache di cristallo

Io per esempio pensavo che avrei dovuto comprare lenzuola con i pirati, iniziare a dimenticarmi i mercatini dell’antiquariato della domenica per seguire le partite di pallone, comprare il Topexan in incognito all’Acqua e Sapone sotto commissione di mio figlio, ero pronta ad entrare in competizione con le fidanzatine dall’aspetto angelico ma che IO sapevo per certo essere delle bisce assatanate. Avrei dovuto comprare boxer con renne, portare mio figlio a pesca, comprargli riviste di informatica, Play Station, X-Box, Nintendo; avrei dovuto cucinare manicaretti energetici per la palestra, sarei probabilmente andata a discutere con qualche madre con cui mio figlio aveva fatto a botte, avrei dovuto essere la madre amata e benevola, sostanzialmente l’Intoccabile, l’Amore Indiscusso del figlio maschio, lasciando le magagne da maschio alfa al padre.

Continue reading

I DODINI MEGLIO DI INKHEART

Delle storie originali e reinventate in cui il protagonista è proprio lui in tutto e per tutto; il personaggio avrà il suo nome e le illustrazioni del libro riporteranno il suo visino.

Le alternative sono due, o mandi le foto ed i dati del bimbo agli autori che provvederanno a creare tutto su misura per te, sennò in alternativa dopo esserti registrato potrai creare tu le immagini seguendo le istruzioni, caricando tu stessa le immagini e posizionandole a tuo piacimento.

Continue reading

L’asilo delle mamme

Io le osservo da lontano, barricata in auto con gli occhiali da sole e la canzone del bruco in sottofondo (se non la conoscete e vi volete prendere per tempo questo è il link e troverete la canzone di un bruco che gira la polenta, così quando vostro figlio starà per perdere le adenoidi a suon di urla perché voi non sapete cantarla con voi mi ringrazierete)

Continue reading