Huarache di cristallo

Io per esempio pensavo che avrei dovuto comprare lenzuola con i pirati, iniziare a dimenticarmi i mercatini dell’antiquariato della domenica per seguire le partite di pallone, comprare il Topexan in incognito all’Acqua e Sapone sotto commissione di mio figlio, ero pronta ad entrare in competizione con le fidanzatine dall’aspetto angelico ma che IO sapevo per certo essere delle bisce assatanate. Avrei dovuto comprare boxer con renne, portare mio figlio a pesca, comprargli riviste di informatica, Play Station, X-Box, Nintendo; avrei dovuto cucinare manicaretti energetici per la palestra, sarei probabilmente andata a discutere con qualche madre con cui mio figlio aveva fatto a botte, avrei dovuto essere la madre amata e benevola, sostanzialmente l’Intoccabile, l’Amore Indiscusso del figlio maschio, lasciando le magagne da maschio alfa al padre.

Continue reading

9 mesi di kebabbidanza ♥

Poi nulla, ad un certo punto ero incinta di meno di un mese e passavo le giornate ad autoconvincemi che questa minuscola cellula di meno di mezzo centimetro avesse bisogno di mangiare più di Bud Spencer, quindi SIA MAI che la mia piccola potesse soffrire la fame; e quindi giù di parmigiana di melanzane.

Continue reading