I DODINI MEGLIO DI INKHEART

 

 

I figli vanno fatti anche per poter dare i soprannomi.

Luce, a seconda dell’umore, è: Momo, Mo, Pannocchia, Lulu, Pippi, Snippi, Coco, Cipolla, Finfi, Geppetto, Ponzi e tutta un’ulteriore svariata serie di nomiglioli estremamente imbarazzanti per i quali un giorno, in piena crisi adolescenziale, dopo qualche porta sbattuta e una serie di “mi hai rovinato la vita non facendomi uscire con Kevin!” (PERCHE’ IO SO CHE LEI VORRA’ IL PIU’ IDIOTA DELL’INTERA SCUOLA ALMENO UNA VOLTA, e lo vorrà più di tutti i piccoli adorabili Milhouse che la ameranno) ad ogni modo, quel giorno, quei nomignoli mi verranno sicuramente recriminati immotivatamente.

In particolare lei è Momo e non essendoci a memoria motivazioni particolari, devo riallacciarmi per forza ad un film che nel 2010 andava forte: Inkheart.

Non è un film da vedere due volte ma il protagonista si chiamava Mortimer e veniva chiamato Mo.

(attore protagonista Brendan Fraser che in “George re della giungla”, anche se imbecille, era generoso tanto quanto Kevin Sorbo in Hercules; poi però durante le riprese era come nella seconda immagine e già non m’attizzava più tanto, ora è come nella terza ed i trenta iniziano a farmi sempre più paura).

Senza-titolo-313405_1_front

brendan-fraser-2014

Comunque questo film parla di un rilegatore di libri che può rendere reali i personaggi dei racconti solo leggendone le parole.

Poi vabbè, ci sono personaggi che si chiamano: Dita di polvere, il malvagio Capricorno, Fenoglio e Basta.

Se i personaggi che escono dai libri inquietano come alternativa propongo di entrarci personalmente o perlomeno farci entrare i bambini (non per forza eh, io ho intenzione di regalarlo anche a mia madre) tramite una chiccheria chiamata:

Schermata 2016-04-20 alle 22.53.43

Non so bene se i dodo c’entrino minimamente tra le motivazioni scelte dagli ideatori di questi libricini, ad ogni modo il dodo insieme ai kiwi sono i volatili più buffi del pianeta oltre ad essere quelli maggiormente rappresentati sui francobolli.

Questo per dire che la scorsa settimana ho sentito parlare su radio Deejay di questa carineria e ho deciso di tentare.

Sostanzialmente “I Dodini” sono una catena di libricini creati su misura per il proprio bambino.

Delle storie originali e reinventate in cui il protagonista è proprio lui in tutto e per tutto; il personaggio avrà il suo nome e le illustrazioni del libro riporteranno il suo visino.

Le alternative sono due, o mandi le foto ed i dati del bimbo agli autori che provvederanno a creare tutto su misura per te, sennò in alternativa dopo esserti registrato potrai creare tu le varie illustrazioni seguendo le istruzioni, caricando tu stessa le immagini e posizionandole a tuo piacimento.

Le storie tra cui scegliere sono:

Cappuccetto rosso

Chi è caduto nel libro delle fiabe?

Chi ha cambiato la storia di Cenerentola?

Chi ha paura del mare?

Io ho scelto la fiaba di Cenerentola dove Luce dovrà aiutare insieme alla fata madrina la povera Cenerentola ad andare al ballo dove però, dopo aver scoperto quanto fosse brutto il principe, deciderà di scappare con il cocchiere.

Schermata 2016-04-20 alle 21.51.29Schermata 2016-04-20 alle 21.51.42Schermata 2016-04-20 alle 21.51.59Schermata 2016-04-20 alle 21.52.27

Il libro è veramente carino, stampato bene (in alternativa al cartaceo, ad un prezzo ridotto, si può avere il libro personalizzato online sul computer) ed è arrivato velocissimo.

Prezzi:

Digitale 8€

Cartaceo 24,50€

Confezione regalo 3€

IMG_2731

21

http://www.idodini.com/

P.S. Ho scoperto che i dodo uccelli non c’entrano un tubo ma la scelta deriva dal soprannome dato ad un bimbo, Dodo (VISTO I SOPRANNOMI CHE FANNO!).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *