Francia x 2

I MIEI GIORNI PIU’ BELLI

Schermata 2016-07-12 alle 23.27.29

Film trovato su Altadefinizione a caso dopo che mia madre mi ha vista disperata per la non messa in onda di Temptation Island dell’altra sera

(da premettere che guardo questo genere di programma tutto l’anno, non me ne vergogno, reputo che non sia niente di meno rispetto allo speteccio continuo che la gente propina per i bar ed adoro quando la gente si incazza in generale avendo reazioni multicolore e divertentissime, inoltre mi fanno spesso e volentieri capire quanto sono fortunata ad essere stata sempre definita “strana” dai miei coetanei).

L’alternativa a questo film comunque era Warcraft, Lara Croft:Tomb rider o un film sulla guerra di 190 minuti.

Ovviamente la scelta è stata oltre che semplice anche scontata.

Comunque BELLISSIMO.

Lui e lei, stupendi (se mi sentisse Georgette di Temptation mi direbbe che non ho gusto, ma lei si mette dei chiodi rosa con le borchie quindi). Lui, Quentin Dolmaire, con quella pelle che chissadio come può essere dato che si propone tabagista accanito a 17 anni; e poi lei, Lou Roy-Lecollinet, con un lieve bipolarismo da me ne frego di tutto e tutti al “non partire ti prego che sennò mi polverizzo”.

ho03blog_620_836tumblr_o011msgdBD1r2a8yio1_1280i_miei_giorni_pi_belli_lou_roy-lecollinetI_miei_giorni_più_belli_Quentin_Dolmaire_Lou_Roy-Lecollinet_foto_dal_film_10_midmaxresdefault505658094troiss

La macchina da ganzi.

I genitori rompipalle che mi ricordano moltissimo quante grane piantavo con i miei (anche se mia madre per ora non ha mai dato della zoccola a nessuna mia amica, ad alta voce).

Schermata 2016-07-14 alle 15.08.49Schermata 2016-07-14 alle 15.09.06

RENOIR

Schermata 2016-07-13 alle 14.36.45Schermata 2016-07-13 alle 14.21.48Schermata 2016-07-13 alle 14.18.41

Schermata 2016-07-13 alle 16.18.10

Film che riporta il periodo finale della vita di Pierre-Auguste Renoir, interpretato da Michel Bouquet (che da giovane aveva la faccia perfetta per Eric Forrester).

ob_555a1f_michel-bouquet-2016-23

I paesaggi ed i colori sono splendidi, lui vive in una casa con 40000 ancelle ed i suoi figli massacrati dalla guerra, anche qua si infila la storiella d’amore di cui sono partecipi lei, Christa Theret, ovviamente bella da morirci e lui, Vincent Rottiers, innamorato e sottone e quindi già perfetto per il mio standard d’amore da film; lui non mi piace un granché, tendendo più al triste, problematico e tenebroso, ma per quelle per cui il Signor Pitt è la massima aspirazione, direi che ci siamo; in più assomiglia vagamente ad Eminem  (per la cronaca la mia infanzia l’ho passata ad imparare a memoria le frasi di “8 Mile” e scriverle sul mio Eastpak azzurro fregandomene dei pupazzetti della Diddle, Nici e compagnia bella).

frame-chrysta-by-roversi-maggio-172857_0x440vincent-rottiers

Comunque entrambi i film da voti altini e soddisfazione a fine film.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *