E vissero felici e contenti

Dicono che la felicità è praticamente impossibile da trovare perché ogni volta che ci si prefigge degli obbiettivi da raggiungere per ottenerla, alla fine della festa non ci si riesce ad accontentare e si punta sempre più in alto, questo succede a tutti, a tutti tranne che a quei maledetti protagonisti delle fiabe che riescono a vivere “felici e contenti”, riuscendo quindi ad accontentarsi della felicità che hanno raggiunto.

Continue reading

Dieta, non mi avrai

E’ tantissimo tempo che non scrivo nulla perché ero troppo presa a guardare il GFV e far liste di mercatini natalizi a cui andare. Nevvero, non sono stata bene ed è stato un pochino come quando ti viene quella gastro dell’anno scorso che ha fatto metà mondo vittima e non hai voglia neanche di respirare perché… Continue reading

Le donne Barolo

Partiamo dal presupposto che Friuli Doc non è una manifestazione internazionale, nonostante quel che la maggior parte della gente si ostini a dire. E’ un evento che si svolge a Udine per 4 giorni, nei quali la città si riempie di stand con prodotti locali e, siccome in precedenza ho parlato dei prodotti napoletani, NON… Continue reading

BOLO

Bolo Il bolo è l’impasto di cibo masticato, impastato e imbevuto di saliva, che si forma in bocca prima della deglutizione. La sua costituzione rappresenta la prima fase della digestione del cibo; è in effetti in questa fase che gli zuccheri vengono attaccati e sciolti dalla amilasi (anche nota come ptialina), un enzima contenuto nella saliva. Bolo de Chocolate e leite… Continue reading

Huarache di cristallo

Io per esempio pensavo che avrei dovuto comprare lenzuola con i pirati, iniziare a dimenticarmi i mercatini dell’antiquariato della domenica per seguire le partite di pallone, comprare il Topexan in incognito all’Acqua e Sapone sotto commissione di mio figlio, ero pronta ad entrare in competizione con le fidanzatine dall’aspetto angelico ma che IO sapevo per certo essere delle bisce assatanate. Avrei dovuto comprare boxer con renne, portare mio figlio a pesca, comprargli riviste di informatica, Play Station, X-Box, Nintendo; avrei dovuto cucinare manicaretti energetici per la palestra, sarei probabilmente andata a discutere con qualche madre con cui mio figlio aveva fatto a botte, avrei dovuto essere la madre amata e benevola, sostanzialmente l’Intoccabile, l’Amore Indiscusso del figlio maschio, lasciando le magagne da maschio alfa al padre.

Continue reading

Peppa Pig levate

Scrivendo l’articolo dell’altro giorno sul cartone che sono andata a vedere al cinema con Luce mi è venuta un’irrefrenabile voglia di ricordarmi tutti i cartoni, belli, tristi, adulti, responsabilizzanti, pieni di consapevolezze ecc, cercando di capire se in qualche modo l’ansia e la leggera follia che mi appartengono possano derivare dal genere di cartoni e film… Continue reading